Ancora più tempo ai piccoli Comuni per utilizzare le risorse messe a disposizione dal Governo per il 2020 per investimenti destinati alla messa in sicurezza di scuole, strade, edifici pubblici e patrimonio comunale e per l’abbattimento delle barriere architettoniche.

Alcuni emendamenti al dl Rilancio, tra cui uno di Luca Pastorino di Leu, approvati dalla commissione Bilancio della Camera, spostano ancora più avanti le scadenze previste originariamente dal dl Crescita, e già spostate dal dl Rilancio.





Si fa slittare dal 15 luglio al 15 settembre il termine entro il quale i comuni devono iniziare i lavori finanziati; dal 15 agosto al 30 ottobre il termine oltre il quale, se il Comune non ha iniziato i lavori, il Viminale revoca il finanziamento; dal 15 novembre al 15 dicembre la data entro cui dovranno iniziare i lavori in quei Comuni che beneficeranno delle ulteriori risorse derivanti dalla revoca dei fondi per i Comuni inadempienti.

CONDIVIDI L’ARTICOLO SUI TUOI SOCIAL





  • Articoli recenti
Bio & info

Classe ’77, Operatore Tecnico Specializzato 118 e formatore BLSD e PTC, ex Portavoce Comitato Possibile 5.0 di Genova, orgogliosamente Possibilista.

Twitter
Scrivimi
×
Autore

Classe ’77, Operatore Tecnico Specializzato 118 e formatore BLSD e PTC, ex Portavoce Comitato Possibile 5.0 di Genova, orgogliosamente Possibilista.

Commenta questo articolo