Si va verso il rinvio in autunno, quando è auspicabile che l’emergenza coronavirus sia stata superata per il referendum sulla riforma costituzionale relativa alla riduzione del numero dei parlamentari e per le elezioni regionali e comunali in programma la prossima primavera.