Capita, non sempre, ma capita che le persone diano vita a qualcosa e si uniscano all’unanimità.

Ieri, a Cagliari, è successo qualcosa che ha fatto scattare questo meccanismo.

Un ragazzo di origine pakistane sale su un autobus affollato, biglietto alla mano. Deve attraversare metà della lunghezza del mezzo per arrivare all’obliteratrice. Il suo percorso, però, non è ostacolato solo dagli altri passeggeri ma anche dai controllori dell’azienda trasporti, l’Autorità costituita, che lo bloccano contestandogli di non avere il biglietto obliterato.

Tutto accade davanti ai tanti passeggeri, attoniti ma reattivi. Uniti, unanimi, organizzati fronteggiano compatti i controllori che palesemente stanno abusando del loro potere.

L’autorità costituente ha preso forma dando sostanza al senso di giustizia.

Non ditelo a Salvini.

  • Articoli recenti
Bio & info

Classe ’77, Operatore Tecnico Specializzato 118 e formatore BLSD e PTC, ex Portavoce Comitato Possibile 5.0 di Genova, orgogliosamente Possibilista.

Twitter
Scrivimi
×
Autore

Classe ’77, Operatore Tecnico Specializzato 118 e formatore BLSD e PTC, ex Portavoce Comitato Possibile 5.0 di Genova, orgogliosamente Possibilista.

Commenta questo articolo