Bisogna prevedere sgravi e incentivi fiscali per chi assume badanti e valutare l’estensione alle famiglie degli incentivi all’assunzione di percettori del reddito di cittadinanza.

Sarebbe un’ottima misura sia per i datori di lavoro, sia per il bilancio dello Stato.

Chiederò questo intervento ai ministri Luigi Di Maio e Giovanni Tria nel corso del question time di domani (1 agosto) nella commissione Finanze alla Camera, sperando di ricevere una risposta favorevole.

Lo dichiara il deputato di èViva, Luca Pastorino, segretario di presidenza alla Camera per Leu, annunciando il contenuto della sua interrogazione di domani, 1° agosto.

Le stime – aggiunge Pastorino – parlano di circa il 60% di badanti che lavorano irregolarmente.

Tutto questo determina, oltre a un minore gettito fiscale, un notevole incremento delle disparità sociali ed economiche nella popolazione italiana.

Chi è ricco e ha la possibilità assume un badante, chi non può ricorre a assistenza in nero, con le implicazioni del caso, o direttamente diviene caregiver, con una crescita esponenziale di italiani in situazioni critiche e condizione di fragilità.

Si parla tanto di rivoluzioni fiscali, ma in questo caso è sufficiente un po’ di buonsenso.

Roma, 31 luglio 2019

SOSTIENI IL BLOG

  • Articoli recenti
Bio & info

Classe ’77, Operatore Tecnico Specializzato 118 e formatore BLSD e PTC, ex Portavoce Comitato Possibile 5.0 di Genova, orgogliosamente Possibilista.

Twitter
Scrivimi
×
Autore

Classe ’77, Operatore Tecnico Specializzato 118 e formatore BLSD e PTC, ex Portavoce Comitato Possibile 5.0 di Genova, orgogliosamente Possibilista.

Commenta questo articolo